Fast Fast Forward

I rischi emergenti che stiamo monitorando e perché

La Task Force di XL Catlin dedicata ai rischi emergenti monitora costantemente un ampio spettro di variabili, per fornire ai nostri sottoscrittori e ai nostri clienti opportune informazioni sui principali rischi emergenti ed esistenti. In questo rapporto trimestrale sono riportati highlight e sviluppi chiave sui rischi emergenti che, negli ultimi tempi, hanno generato notevole attività e attirato l'attenzione dei media.


Richieste d'indennizzo per molestie sessuali

La recente attenzione dei media per i casi di molestie sessuali che coinvolgono esponenti di rilievo, verificatisi nei settori dell'intrattenimento, dei media e della politica, e il successo della campagna social #metoo hanno sensibilizzato l'opinione pubblica su tale argomento.

Di norma, la copertura assicurativa per le richieste d'indennizzo contro ambienti di lavoro ostili, molestie e molestie sessuali può essere richiesta tramite la responsabilità da controversie in materia di lavoro (EPL). Dunque, se di per sé questo non è un problema emergente, si prevede un possibile incremento delle richieste d'indennizzo di questo tipo, perché sempre più persone confessano di essere state vittime di molestie, alla luce di quanto recentemente svelato dalla stampa e dai media. 

È quindi probabile che il numero di aziende interessate all'acquisto di questo tipo di copertura aumenterà, qualora non sia già stata acquistata in passato.

Oltre alla EPL, le richieste d'indennizzo per molestie sessuali, in particolare quelle a livello dirigenziale, possono ugualmente influire sul ramo della responsabilità civile di amministratori, sindaci e dirigenti (D&O) in uno dei due modi seguenti:

  • Un dirigente coinvolto in una causa per responsabilità civile di amministratori, sindaci e dirigenti, laddove non si escludano episodi di molestie sessuali.
  • Se si scopre che un dirigente si è comportato in modo negligente, e/o che il management si è prestato a coprire un qualche tipo di molestia sessuale. La perdita conseguente può portare a una causa legale intentata anche dagli azionisti, in caso di danni diretti potenzialmente derivanti da una flessione del prezzo delle azioni.

Ad oggi, sono pochi i casi di azioni legali degne di nota intentate da azionisti contro amministratori e dirigenti per la loro presunta incapacità di impedire il crearsi di un ambiente di lavoro ostile. Questa è un'area che manterremo sotto osservazione.

In caso di responsabilità, le richieste d'indennizzo per molestie sessuali sono generalmente escluse dalle polizze di responsabilità civile. Nelle polizze di EPL si può aggiungere, come clausola supplementare, la responsabilità civile verso terzi.


Glifosato 

Il glifosato è il principale composto chimico presente nei diserbanti più utilizzati al mondo in agricoltura e silvicoltura, oltre che per applicazioni urbane e domestiche. Negli Stati Uniti, i produttori di glifosato fanno fronte a numerose azioni legali promosse da agricoltori e privati che sostengono di non aver ricevuto adeguate informazioni sui pericoli di questa sostanza, da cui possono derivare gravi problemi di salute tra cui il cancro.

Nel dicembre 2017, l'EPA, l'agenzia statunitense per la protezione dell'ambiente, ha diffuso il suo giudizio sui rischi per la salute nell'uomo, concludendo che il glifosato "non è probabilmente cancerogeno". 

Nel 2015 l'EFSA, l'autorità europea per la sicurezza alimentare, ha parimenti affermato come sia improbabile che esso "...rappresenti una minaccia di cancro per l'uomo". Inoltre, nel novembre 2017 i Paesi membri dell'UE hanno votato a favore del rinnovo dell'autorizzazione dell'uso del glifosato per i cinque anni successivi. 

Nel 2015 l'Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro, ramo dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), ha diffuso un rapporto nel quale si afferma che il glifosato è "probabilmente cancerogeno", in conflitto con i giudizi espressi dagli altri organismi che hanno valutato questa sostanza chimica. 

Questi fatti sono significativi, perché dimostrano che permangono opinioni contrastanti tra i produttori chimici, i legislatori e i gruppi ambientalisti sugli effetti del glifosato per la salute.

Con il perdurare di queste dispute, non è certo se l'analisi e la posizione dell'EPA avranno o meno un impatto sulle richieste d'indennizzo per lesioni a carico dei produttori di glifosato statunitensi.


Marijuana - Aggiornamenti legislativi negli Stati Uniti

Recentemente il Procuratore generale degli Stati Uniti (equivalente al ministro della giustizia) ha annullato la politica "morbida" seguita finora dall'amministrazione federale nei confronti degli Stati che legalizzano la marijuana. Pertanto, i vari procuratori di Stato potrebbero ora decidere, con il sostegno del Procuratore generale, di far valere la prevalenza delle norme federali sulle leggi locali in materia di marijuana. 

Probabilmente, si arriverà a una resa dei conti tra governo federale e giurisdizioni locali in diversi Stati che sono a favore della legalizzazione di questa sostanza.

Rimane incerto anche il futuro dell'emendamento Rohrabacher-Blumenauer, che impedisce al Dipartimento di Giustizia di usare stanziamenti per interferire con le leggi dei singoli Stati in merito all'uso medico della cannabis. L'emendamento Rohrabacher-Blumenauer è di carattere provvisorio e deve essere riapprovato a ogni nuovo anno fiscale.

Questi due aspetti potrebbero incidere sulla volontà del settore assicurativo di assicurare nel breve termine le attività legate alla marijuana negli Stati Uniti, perlomeno fin quando non sarà chiarita la posizione del governo federale e dei singoli Stati sulla sua legittimità. Anche i mercati esteri guardano con attenzione all'esito di tale confronto, poiché potrebbe influire sugli investimenti globali.


Composti perfluorurati (PFC)

Una lunga azione legale a carico di un importante produttore chimico riguardante la contaminazione da PFC si è conclusa ai primi del 2018. Nella causa, lo Stato del Minnesota sosteneva che l'azienda avesse intenzionalmente causato la contaminazione della falda acquifera attraverso la produzione continuativa di PFC, con conseguenti gravi danni e rischi per la salute umana. L'istanza è stata presentata nel 2010, il che evidenzia come il problema della contaminazione da PFC sia un serio problema in tutti gli Stati. 

I PFC sono composti chimici artificiali ampiamente utilizzati nell'industria e nei prodotti di consumo, in particolare in quelli realizzati per essere repellenti all'acqua o per resistere a olio e macchie. I PFC non sono ampiamente regolamentati, sebbene l'agenzia statunitense per la protezione dell'ambiente abbia adottato misure per sensibilizzare l'opinione pubblica e gestire l'esposizione a questo contaminante.

Secondo il nostro gruppo interno di consulenza sui rischi ambientali, essendo alla fine emerso il rischio legato a questa categoria di composti chimici (i potenziali rischi da contaminazione di PFC sono noti da anni), si prevede una crescita costante delle normative e delle azioni legali. 

Oltre all'esposizione relativa a specifici siti di contaminazione, vi è anche il possibile rischio legato alla responsabilità del prodotto a carico dei produttori di PFC.

SCARICA LA VERSIONE PDF DI QUESTO REPORT

Copyright 1996-2018  XL Group Ltd All Rights Reserved

.